Questo sito utilizza cookie tecnici per le sue funzionalità. Cliccando su "accetto" acconsenti all’uso dei cookie. Approfondici.

Menu

Articoli

Accessi con SPID e CIE entro il 30 settembre 2021

Progetti e Soluzioni nel ruolo di Aggregatore e Partner Tecnologico per la Digital Identity ha sviluppato il gateway verso SPID e CIE per accedere ai portali dei servizi al cittadino offerti dalle Pubbliche Amministrazioni.
Secondo il Piano Triennale per la Digitalizzazione gli accessi ai portali dei Comuni con SPID e CIE rappresentano un obbligo di legge con scadenza entro il prossimo 30 settembre. Infatti il decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, (convertito con modificazioni, dalla legge 11 settembre 2020 n. 120 recante “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale”) ha previsto l’utilizzo del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) e della Carta d'Identità Elettronica (CIE) per accedere ai servizi in rete erogati dalle Pubbliche Amministrazioni. Importante quindi che si proceda con l’avviamento del passaggio alle autenticazioni online a quelle basate su SPID e CIE non rilasciando o rinnovando altro tipo di credenziale, utilizzando quelle in uso fino alla loro naturale scadenza, e comunque non oltre il 30 settembre 2021.

Gli obiettivi della normativa, a cui le Pubbliche Amministrazioni sono chiamate ad adempiere entro la prossima scadenza di settembre, è quello di agevolare e proteggere le interazioni tra i cittadini e i Comuni, facilitando in particolare i pagamenti spontanei o le ricariche dei servizi per la scuola. Allo scopo inoltre di migliorare la gestione e la disponibilità dei dati, la semplificazione degli aspetti burocratici, offrendo la garanzia della sicurezza e della protezione dei dati, la semplicità e reperibilità dell’informazione, l’organizzazione e le comunicazioni aperte con i cittadini. Garantendo così alle Amministrazioni una riduzione dei costi di gestione dei propri sistemi di autenticazione ed elevati standard di sicurezza in fase di accesso ai servizi.

Il Ministro dell'Innovazione Tecnologica e il Direttore Generale di AGID hanno inviato una comunicazione alle Pubbliche Amministrazioni in cui viene chiaramente ribadito l’obbligo di avviare il passaggio a SPID e il divieto di utilizzare le credenziali diverse da SPID e CIE oltre il 30 settembre 2021. I comuni che prevedono di non riuscire a rispettare tale scadenza dovranno comunicarlo via PEC entro il 22 settembre 2021.
L’utilizzo si estende comunque a qualsiasi altro servizio offerto dal Comune. Del resto l’utilizzo di SPID e CIE è sempre più diffuso fra i cittadini e ha infatti raggiunto a fine agosto 2021 oltre 24 milioni di identità SPID rilasciate e oltre 23 milioni di CIE emesse.

 

Richiedi la documentazione tecnico-commerciale

High Tech e Green nei piani di sviluppo tecnologico del Gruppo Progetti e Soluzioni

Progetti e Soluzioni e Acme Italia si sono costituite in gruppo in seguito all’acquisizione del 100% di Acme Italia da parte di Progetti e Soluzioni. Il gruppo così costituito ha ampliato e unificato le mission aziendali partendo dalla costituzione di diversi gruppi progettuali per realizzare applicativi software estremamente complessi, basati sull’utilizzo di metodologie e tecnologie avanzate, applicate tra l’altro alla Ristorazione Scolastica. In questo ambito in particolare è stato sviluppato un applicativo software in metodologia Scrum Agile, come alternativa al sistema di sviluppo waterfall, risultata di grande efficacia per il rilascio rapido dei diversi moduli costitutivi il nuovo applicativo denominato Omnibus. Le novità in ambito tecnologico riguardano anche le istanze online che beneficiano di soluzioni di Intelligenza Artificiale con chatbot e assistente virtuale, con il preciso scopo di coadiuvare gli addetti del Comune con una “collega” digitale che risponda ai molteplici quesiti dei cittadini 24h/7.

Nel corso dell’acquisizione sono stati implementati gli accessi con SPID e CIE ai vari portali dei servizi comunali ed è in corso d’opera un progetto particolarmente ambizioso con il Politecnico di Milano ed esperti della Facoltà di Agraria dell’Università di Milano che delinea una suite di moduli software in ottica smartfood per la ristorazione scolastica, ospedaliera e aziendale. I principi di tracciabilità e rintracciabilità dei cibi, in ottica di filiera corta o lunga, a seconda degli alimenti, la complementarità dei pranzi con le cene, secondo i principi di dietologia applicati alla scuola e alla casa sono volte al miglioramento dell’alimentazione in generale nei settori destinatari dello sviluppo dell’applicativo con ricaduta nell’ambito privato e famigliare.

L’app IO e io&te il bello dello stare insieme

Progetti e Soluzioni ha creato per i Comuni io&te, un gateway di comunicazione multi-canale integrato all’app IO* che include consulenza e supporto specialistici al
Comune per migrare i servizi comunali sull’app.
Il Comune si censisce sull’app IO grazie al supporto e alla consulenza di Progetti e Soluzioni e può subito interagire con i cittadini per ricordare scadenze o richiedere pagamenti relativi a un determinato servizio di cui hanno usufruito. Pensata per portare sull’ app IO gli applicativi School E-Suite* di Progetti e Soluzioni e School&Meal* di Acme Italia e la piattaforma dei pagamenti Pagaonline PA*, io&te è il software di connessione all’app IO, per inviare automaticamente ai cittadini gli avvisi di riserva, gli avvisi di pagamento, i promemoria, le scadenze e i solleciti.

Per questo la comunicazione tra comune e cittadino diventa immediata, mirata e semplice e il cittadino è informato di tutto subito, direttamente dall’app IO, perché è importante oggi restare collegati.

 

L'app IO è un marchio di proprietà di PagoPA SpS

pagoPA gli ultimi passi verso la quotidianità

Con la scadenza del 31 dicembre 2021 tutti gli Enti Pubblici dovranno aver aderito a pagoPA e l’80% dei pagamenti effettuati dal cittadino a favore della PA dovranno transitare per la piattaforma proprietaria di AGID.
Progetti e Soluzioni è un Partner Tecnologico Qualificato presente nel marketplace Cloud della PA e ha sviluppato soluzioni software come Pagaonline PA e ProntoPago POS collegate alla piattaforma pagoPA.

Pagaonline PA è l’applicativo software web-based di Progetti e Soluzioni che permette al cittadino di pagare in completa sicurezza gli avvisi di pagamento online o, per i pagamenti spontanei, di creare bollettini con codice IUV direttamente dall’applicativo. Pagaonline PA è collegato alla piattaforma di pagoPA e supporta tutte le modalità di pagamento previste, consentendo al Comune la verifica in tempo reale dello stato dei pagamenti, per effettuare rendicontazioni online o ricevere i versamenti direttamente sul proprio conto di Tesoreria.
Il pagamento può essere effettuato sia online, direttamente da PagaonlinePA, sia presso i PSP (Prestatori di Servizi di Pagamento) aderenti, come banche, Sisal, Lottomatica e Poste Italiane.

ProntoPago POS è il sistema di pagamento sui POS del Comune collegato a pagoPA, un sistema di pagamento da sportello del Comune che può rappresentare una alternativa importante per i pagamenti spontanei, dotato inoltre di lettore con QR code, per semplificare la lettura dei dati, o utilizzato con la gestione del codice IUV, offrendo ai cittadini che già si trovino negli uffici comunali la comodità di saldare i pagamenti presso lo sportello del comune.

IO e io&te: un'unica app per tutti i servizi e la consulenza per attuarla

Sempre più cittadini - a oggi 10 milioni - hanno scelto l’app IO e sempre più comuni stanno portando i servizi al cittadino sull’app, perché è un canale che qualsiasi Ente Pubblico può utilizzare per inviare comunicazioni ai propri utenti per fornire aggiornamenti, ricordare scadenze o richiedere pagamenti relativi a un determinato servizio. In modo sicuro soprattutto, perchè il sistema di accesso richiede autenticazione con SPID e Carta d’Identità Elettronica CIE. Anche per questo IO rappresenta per tutte le Pubbliche Amministrazioni l’opportunità di interagire con i cittadini in maniera più efficace, semplice e intuitiva.

io&te consulenza e integrazione a IO

E’ semplice per il cittadino accedere all’app IO, mentre per la Pubblica Amministrazione Locale aderire alla piattaforma dell’app IO implica in molti casi rivolgersi a professionisti e aziende che si occupano degli aspetti tecnici relativi alla trasformazione digitale.

Progetti e Soluzioni affianca i comuni con la consulenza e la formazione per accompagnarli a realizzare una completa conoscenza di IO, come funziona la piattaforma di Back-Office per gli Enti e quali pratiche devono essere effettuate con pagoPA per aderire ed essere abilitati su IO. Il percorso di accompagnamento consentirà all’Ente di inviare comunicazioni autonomamente ai propri Cittadini attraverso IO.

Tra le varie fasi di consulenza, il supporto pratiche e documentazione di base, la risoluzione dei problemi classici, per accelerare il percorso di onboarding, il passaggio di know-how all’Ente e la formazione necessaria per consentire la piena autonomia; infine il supporto all’integrazione tra il Partner Tecnologico pagoPA dell’Ente - se diverso da Progetti e Soluzioni - e l’APP IO per l’invio delle richieste di pagamento.

Il Fondo Innovazione e la proposta di Progetti e Soluzioni

Il Fondo Innovazione, l’avviso pubblico per l’assegnazione di fondi ai Comuni Italiani, promuove le piattaforme SPID, CIE, pagoPA e l'app IO per il cittadino; pensate come supporti per i Comuni allo scopo di rendere fruibili i servizi tramite l'accesso con SPID, il sistema pubblico di identità digitale, e con CIE, la carta d’identità elettronica, invita inoltre i comuni a concludere la migrazione dei servizi di incasso verso pagoPA e nel contempo rendere fruibili i servizi digitali ai cittadini con l’app IO.

Un lavoro molto impegnativo per i Comuni italiani, per questo normalmente negli ultimi anni il ruolo del partner tecnologico ha acquisito sempre maggiore importanza, ruolo che Progetti e Soluzioni ha conseguito da tempo.

Al raggiungimento degli obiettivi, i Comuni potranno richiedere con la procedura online l’erogazione del contributo da effettuarsi entro il 31 marzo 2021 per l’erogazione del 20% del totale.

Nell’ottica di una tempistica divenuta molto stretta e per usufruire del Fondo, Progetti e Soluzioni, qualificato soggetto aggregatore da AgID, affianca gli Enti locali durante tutto il processo, dalla richiesta di adesione fino all’adempimento degli obblighi previsti, inclusa l’assistenza e la consulenza per l’aggiornamento degli accessi ai servizi con SPID e CIE, la migrazione dei pagamenti a pagoPA e dei servizi scolastici sull’app IO del cittadino.

La comunicazione tra Cittadino e Comune con io&te

io&te è il servizio di consulenza, supporto e interfaccia software realizzato con l’obiettivo di inviare automaticamente comunicazioni all’ app IO* dei Cittadini relative ai servizi a domanda individuale e ai pagamenti con pagaonline PA.

io&te è una interfaccia all’app IO* di PagoPA SpA composto da connettore e consulenza e pensato per le Pubbliche Amministrazioni, per supportarle lungo tutto il percorso di onboarding a IO. In particolare è rivolto agli Enti che già utilizzano il software per la refezione scolastica di Progetti e Soluzioni o Acme Italia o che siano connessi a pagoPA tramite il portale dei pagamenti pagaonline PA. io&te offre infatti ai Comuni e ai Cittadini la possibilità di avere tutte le informazioni relative ai servizi a domanda individuale in un unico punto e di saldare i servizi non solo sul portale pagaonline PA, ma anche sull'app.

Ovviamente è necessario che l’Ente prima di attivare il connettore software io&te abbia aderito a IO e sia abilitato ad inviare comunicazioni ai cittadini sull’ app. Progetti e Soluzioni in particolare supporta il Comune lungo tutto il percorso di integrazione all’app e attivazione del servizio.

Richiedi la documentazione io&te

*L’app IO di PagoPA SpA permette alle Pubbliche Amministrazioni di raccogliere tutti i servizi, le comunicazioni e i documenti in un unico luogo e di interfacciarsi in modo semplice, rapido e sicuro con i cittadini. E’ un canale che qualsiasi Ente pubblico può utilizzare per inviare comunicazioni ai propri utenti, per fornire aggiornamenti, ricordare scadenze o richiedere pagamenti relativi a un determinato servizio. L’app IO ha avuto una certa diffusione in Italia perché offre un collegamento diretto e protetto con la Pubblica Amministrazione e consente una importante riduzione dei costi di comunicazione tra comune e cittadino. Inoltre è completamente integrata all’Anagrafe nazionale ANPR, la piattaforma dei pagamenti pagoPA, ed è accessibile con SPID e Carta d’Identità Elettronica CIE. Pertanto l’adesione a IO offre importanti vantaggi alle Pubbliche Amministrazioni, oltre a essere un obbligo di legge come prevede l’art. 64 bis del Codice dell’Amministrazione Digitale.

 

 

Aumento di capitale sociale

Lo scorso luglio, durante l’Assemblea Straordinaria dei Soci, è stato votato l’aumento del Capitale Sociale dell’azienda a 1.640.000 euro. Un evento particolarmente rilevante che nelle previsioni darà una maggiore solidità all’azienda e ne sosterrà la crescita dei prossimi anni, finanziando inoltre gli innovativi progetti di sviluppo software in corso. Le soluzioni software nate dalla stretta collaborazione tra Progetti e Soluzioni e Acme Italia, saranno infatti già disponibili sul mercato a partire dal prossimo marzo 2021. Con alcuni Comuni sperimentatori sta partendo inoltre nel mese di novembre il progetto pilota che prevede per la prossima Primavera 2021 l’annuncio sul mercato di omnibus, il software per la gestione della ristorazione scolastica realizzata col frame Scrum Agile.
Altre novità sono in sviluppo con i primi annunci il prossimo marzo 2021 e altre nel corso del 2022, tutte soluzioni software particolarmente innovative che utilizzano, tra le altre, soluzioni di intelligenza artificiale per la realizzazione di istanze online per la Pubblica Amministrazione e altre orientate all'ottimizzazione in campo alimentare della tracciabilità e rintracciabilità dei cibi in ottica di filiera corta.

Stefano Bonasegale - Direttore Generale 

Ultimo sprint pagoPA con pagaonline PA

L’art. 24 del Decreto Semplificazioni convertito in Legge 120/2020 ha fissato al prossimo 28 febbraio 2021 la data ultima a decorrere dalla quale i pagamenti alle Pubbliche Amministrazioni dovranno essere effettuati esclusivamente attraverso PagoPA. Come riuscire ad adeguarsi velocemente a costi contenuti?
Visti i tempi sempre più stretti per l’adeguamento a pagoPA, Progetti e Soluzioni e Acme Italia propongono ai comuni la connessione a pagoPA con pagaonline PA e la consulenza in promozione e in tempi brevissimi, evitando le sanzioni. Il portale per il cittadino e il backoffice pagaonline PA e la promozione è presentata in questi giorni dai commerciali delle due aziende a tutti i comuni italiani.

Il sistema dei pagamenti pagaonline PA

pagaonline PA è stato progettato per consentire alle Pubbliche Amministrazioni un dialogo diretto con i cittadini per il pagamento di servizi di cui hanno già beneficiato o intendono usufruire. Il sistema offre al Comune la possibilità di creare e consultare le posizioni debitorie attese e collegarle a pagoPA, emettere gli avvisi di pagamento e verificarne lo stato. Inoltre il cittadino può generare e pagare in autonomia posizioni debitorie spontanee a favore dell’Ente. pagaonline PA è un sistema costituito da 2 portali web-based che non richiedono alcuna installazione e sono accessibili tramite link. E’ integrato nativamente col sistema EasyBridge* che si collega perfettamente a pagoPA e garantisce agli utenti la sicurezza, l’affidabilità, la semplicità e la flessibilità nella scelta delle modalità di pagamento e infine la trasparenza dei costi di commissione; alle Pubbliche Amministrazioni offre la certezza e l’automazione nella riscossione degli incassi, la riduzione dei costi e la standardizzazione dei processi interni, nonché la semplificazione e la digitalizzazione dei servizi.

Il sistema soddisfa tutte le modalità di pagamento previste da pagoPA. Il cittadino ha infatti la possibilità di procedere al pagamento sia direttamente online da pagaonline PA oppure presso lo sportello di un PSP (Prestatore di Servizi di Pagamento) o di POS fisico. Le modalità di pagamento offerte dal sistema sono infatti ampie, allo scopo di soddisfare i requisiti di multicanalità richiesti da PagoPA SpA sia nel caso di pagamenti attesi, sia di pagamenti spontanei. 

 

 

 *pagoPA è un marchio di proprietà di PagoPA SpA

* EasyBridge è un sistema e un marchio registrato di proprietà di Progetti e Soluzioni 

 

Sibyl al Convegno dell’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano

Sibyl, il nuovo progetto di Intelligenza Artificiale di Progetti e Soluzioni al Convegno dell’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano. Di Laura Vergani

Lo scorso 12 dicembre, Progetti e Soluzioni ha partecipato, nell’aula magna del Politecnico di Milano, al Convegno annuale dell’Osservatorio Agenda Digitale. L’Osservatorio rappresenta un punto di riferimento per tutti gli stakeholder che si occupano di innovazione digitale nella Pubblica Amministrazione. I lavori del convegno sono stati introdotti dagli interventi del Ministro Pisano e di Luca Attias, nuovo direttore del Dipartimento per la Trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio, i quali hanno raccontato di come oggi sia forte la spinta e la determinazione con la quale si vogliono perseguire gli obiettivi di digitalizzazione definiti nel Piano Triennale per l’Informatica della PA. I dati emersi durante il convegno, anche se fra luci e ombre, appaiono infatti confortanti: nel 2019 l'Italia ha fatto importanti passi avanti nel percorso di digitalizzazione, gettando le fondamenta di un "sistema operativo" per lo sviluppo digitale.

Nella sezione dedicata alle tavole rotonde in particolare quella dedicata ai fornitori della PA, dal titolo “Il ruolo dei privati nell’accelerare l’attuazione dell’Agenda Digitale”, Progetti e Soluzioni ha raccontato la propria esperienza di fornitore di soluzioni per la digitalizzazione dei servizi pubblici, descrivendo come l’azienda stia operando con le tecnologie di frontiera, blockchain e intelligenza artificiale, per facilitare l’interazione tra cittadini e PA, nell’immissione di istanze a domanda individuale, nell’ambito del progetto Sibyl.

Diverse le espressioni di interesse verso il progetto Sibyl, tra cui, oltre a quella del Politecnico stesso, anche una richiesta di approfondimento da parte della Commissione Europea e di AgID. In particolare, l’azienda ha espresso il proprio punto di vista ed esperienza su quali siano gli elementi principali in cui focalizzare l’attenzione ben oltre la semplice sperimentazione, su progetti che vedono la tecnologia blockchain protagonista.  Il progetto intende la blockchain sotto forma di smart contract e di notarizzazione per aggiungere trasparenza, sicurezza, ma anche automatizzare in sicurezza, processi e istanze pubbliche. Quale quindi la ricetta per scaricare a terra e rendere concreto l’utilizzo di questa tecnologia? Per l’azienda sono quattro gli ingredienti principali: 1) focalizzarsi su un dominio in cui la competenza è massima, cioè quello delle Istanze relative ai servizi a domanda individuale (mensa, trasporto, ecc.), per i quali dagli anni 90 Progetti e Soluzioni offre soluzioni digitali, 2) offrire una completa apertura alla collaborazione con il mondo accademico così da dotare l’azienda degli strumenti utili a navigare in un mondo nuovo 3) individuare una start up giovane e dinamica, specializzata nello sviluppo della blockchain per il supporto tecnico. E infine 4) lavorare con questi soggetti  in partnership, con l'obiettivo di costruire le basi per un percorso di completa autonomia per la fase produttiva alla fine della sperimentazione. 

E' emerso tra l'altro durante il convegno che l’Italia ha accelerato la diffusione dell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), con 4.300 comuni subentrati nella piattaforma e 35 milioni di italiani coinvolti. Si è avvicinata all'obiettivo di 150 milioni di pagamenti su pagoPA entro il 2020, con oltre 63 milioni di transazioni effettuate e 15mila PA attive, anche se solo 4.200 hanno effettivamente ricevuto almeno un pagamento. Ha rilasciato 13 milioni di Carte d'Identità Elettroniche (CIE) al 21% della popolazione italiana. Sono state erogate 5 milioni di identità digitali tramite SPID. Tali identità consentono di accedere a 4.200 servizi online di oltre 4.000 PA, anche se il livello di effettivo utilizzo è ancora limitato.

Omnibus, la ristorazione al centro dello sviluppo

ominbus x maglia

 

Nel comparto tecnico di Progetti e Soluzioni e Acme Italia, società partner, è stato ufficialmente varato il progetto Omnibus che prevede la realizzazione di un software atto a progettare e sviluppare un applicativo per i servizi individuali, con particolare attenzione alla ristorazione scolastica e in grado di gestire tutti i servizi alla persona, oltre alle graduatorie per i nidi. Un progetto di grandi proporzioni la cui attuazione avverrà nei prossimi mesi con i primi piloti presso i Comuni partner dell’iniziativa che vorranno sperimentare l’estrema flessibilità di questo software.

Non è il primo prodotto di convergenza tra le due società partner ma è il più importante in termini di utilizzo di nuove tecnologie e linguaggi tra i più innovativi realizzando con i team di sviluppo Progetti e Soluzioni e Acme Italia che lavorano in sinergia, entrambi con una profonda conoscenza del settore della ristorazione scolastica e dei servizi a domanda individuale, e che, unendo competenze e conoscenze tecniche, sfrutteranno il valore della complementarietà, fornendo una soluzione per le pubbliche amministrazioni locali e le società di ristorazione veramente unico.

Partito ufficialmente il progetto, in questa fase progettuale sono al vaglio con il coinvolgimento di stakeholder con particolari conoscenze delle necessità dei Comuni e delle società di ristorazione, le tecnologie più attuali e flessibili, dalla scelta del data base più recente e innovativo, ai linguaggi e metodologie idonee più flessibili, ad aspetti tecnologici di grande attualità e in piena sintonia e rispetto con quanto definito nel Piano Triennale per l’informatica nella PA pubblicato da AgID e in taluni casi ancora sperimentali, soprattutto per quanto riguarda l’ambito dei servizi alla PA.

 

Fioriscono accordi - Progetti e Soluzioni e Poste Italiane

poste copia

E’ decisamente un anno ricco di novità, di nuovi accordi e collaborazioni con grandi aziende, al primo posto l’accordo con Poste Italiane. Un accordo in qualità di partner tecnologico sostanziato da una proposta ai clienti della Pubblica Amministrazione che non hanno ancora fatto il passo decisivo verso la connessione a pagoPA.

Poste Italiane e Progetti e Soluzioni hanno stilato un accordo per proporre ai comuni le rispettive soluzioni allo scopo di gestire ogni tipo di pagamento definito da AgID, offrendo così le due soluzioni:

  • Incassi Evoluti di Poste Italiane consente il pagamento presso PSP* in modalità 3
  • pagaonline PA* di Progetti e Soluzioni consente il pagamento online, in modalità 1

Il ciclo dei pagamenti

Insieme le aziende offrono ai comuni di coprire l’intero ciclo di vita del pagamento, dalla gestione del debito all’esecuzione dello stesso all’interno del sistema pagoPA, supportando l’Ente dalla fase di avvio all’integrazione di tutti i servizi oggetto del pagamento; l’Ente otterrà il caricamento delle posizioni debitorie da un’unica interfaccia e rendicontazioni e riconciliazioni delle posizioni debitorie semplificate.

Grazie alla condivisione di informazioni tra le due piattaforme con gli stessi IUV*, il cittadino potrà decidere con quale modalità effettuare il pagamento.

Il processo di accompagnamento

L’offerta congiunta comprende un processo di accompagnamento degli Enti per supportarli nel cambiamento:

supporto negli adempimenti amministrativi richiesti da AgID, attivazione dei portali di accesso al cittadino, formazione, pianificazione e avviamento servizi e supporto tecnico telefonico e onsite.

Verso un futuro digitale - Seminario del 12 febbraio a Roma

pago PA e il futuro digitale dei pagamenti elettronici nei comuni italiani, facciamo il punto.

Si è svolto a Roma presso il palazzo ANCI il seminario organizzato da ANCI Lazio in collaborazione con Progetti e Soluzioni SpA per analizzare il fenomeno dell’introduzione in Italia del Nodo dei Pagamenti-pagoPA* da parte di AgID* e la sua diffusione negli ambiti comunali, con ritardi e nuove scadenze, per ottenere un quadro della situazione nel Lazio e più in generale in Italia.

Argomento di grande attualità ha suscitato molto interesse tra i comuni, non solo del Lazio, ma anche di regioni limitrofe che hanno partecipato, cogliendo l’opportunità di chiarire gli aspetti anche organizzativi che l’impatto di una nuova modalità di pagamento comporterà all’interno dell’organizzazione comunale.

Dalla sua introduzione ai successivi sviluppi, pagoPA* ha conosciuto momenti di stasi e di ripresa e oggi a un anno (dicembre 2019) dalla nuova scadenza si analizzano le ragioni dei ritardi da parte dei comuni nell’adottare una piattaforma dei pagamenti in grado di garantire controllo, rendicontazioni e riconciliazioni precise e puntuali e una maggiore facilità di accesso per i cittadini, tramite portali e agili vie analogiche e digitali verso il comune, per il pagamento di servizi, tributi e sanzioni, con le modalità che pagoPA ha introdotto per migliorare il flusso nei due sensi, cittadino - comune e viceversa.
Dott. Stefano Bonasegale, Direttore Generale di Progetti e Soluzioni, ha inoltre spiegato il ruolo del Partner Tecnologico che garantisce la connessione, l’avviamento, il controllo e l’assistenza ai comuni che desiderano connettersi a pagoPA e hanno la necessità di richiedere servizi e competenze tecniche in outsourcing per poterlo attuare. L’Ing. Claudio Mauro di SIA, ha presentato per Poste Italiane una relazione in cui ha detto che Poste vive giornalmente una situazione di costante vicinanza con i Comuni e i cittadini, in particolare nell’ambito dei servizi finanziari, principalmente con la Tesoreria e gli incassi PagoPA, proponendosi in partnership con aziende come Progetti e Soluzioni.
Il seminario si è articolato nei vari interventi il cui scopo era, tra l’altro, evidenziare come sostenere e aiutare gli Enti nella connessione e l’avvio di pagoPA.
Interessante l’intervento di benvenuto del Vice Presidente di ANCI Lazio Dott. Salvatore de Meo che introduce il seminario con una prima analisi della situazione degli adeguamenti dei comuni relativamente al Lazio; emergono dalla sua disanima i dati di una lenta adesione al sistema pagoPA e dove questa sia avvenuta, si registra uno scarso numero di transazioni.
l’Ing. Paola Russillo di AgID ha ampliato all'intero territorio italiano la sua analisi, per valutare lo stato dell’arte, analizzando inoltre la procedura di adesione e i fattori di accelerazione emersi dalle best practices.

Progetti e Soluzioni - Dottoressa Laura Vergani - Service e Customer Project Manager - ha parlato dell'importanza dell’ascolto: qual è il ruolo oggi dei fornitori di tecnologie e quale supporto per gli enti impegnati nei progetti di innovazione, spiegando il necessario percorso di accompagnamento agli enti e gli strumenti per la gestione dei pagamenti digitali. Enfatizzando inoltre la necessità di valorizzare le esperienze dei comuni che hanno con successo attivato i servizi con pagoPA e infine mettere a fattor comune le buone pratiche. Ulteriore accento è stato infatti posto al significato della Community come terreno di scambio per esperienze e valore.

De Leoni Srl - Ing. Fabrizio De Leoni ha parlato della gestione di multe e sanzioni viste come problematiche specifiche delle polizie locali. La gestione delle sanzioni e soprattutto delle modifiche degli importi. Il problema dei verbali non contestati prima della notifica, come farli pagare e il portale dei pagamenti web con la consultazione dei dati relativi alla violazione.

Italriscossioni - Avvocato Riccardo Dominici - focalizza il proprio intervento sull’autonomia degli Enti locali sulla scelta delle modalità e dei partner per la riscossione a mezzo avvisi bonari e attraverso lo strumento dell’ingiunzione fiscale nell'ambito delle procedure di PagoPA.

Gli interventi video

Dott. Salvatore De Meo - Vicepresidente ANCI Lazio

Ing. Paola Russillo - Area Trasformazione Digitale AgID

Dott. Stefano Bonasegale - Direttore Generale Progetti e Soluzioni SpA - Dott. Mauro - SIA 

Dott. Laura Vergani - Service e Customer Project Manager Progetti e Soluzioni SpA

Ing. Fabrizio De Leoni - De Leoni Inofrmatica Srl

Avv. Riccardo Dominici - Presidente Italriscossioni Srl

*L’Agenzia per l'Italia Digitale, agenzia tecnica della Presidenza del Consiglio, ha il compito di coordinare le amministrazioni nel percorso di attuazione del Piano Triennale per l’informatica della Pubblica amministrazione, favorendo la trasformazione digitale del Paese e promuovendo la diffusione delle competenze digitali anche in collaborazione con le istituzioni e gli organismi internazionali, nazionali e locali.

*pagoPA é un sistema di pagamenti elettronici realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione.

NoicompensiAmo l'amore per l'ambiente lascia il segno

L’assemblea generale delle Nazioni Unite, nel 2015, ha voluto porre l’attenzione sui cambiamenti climatici, inserendo all’interno dei Sustainable Development Goals (SDGs) l’obiettivo “climate action” al punto 13.

La sostenibilità è divenuta oggigiorno un percorso necessario per rispondere alle richieste dei consumatori che, sempre più sensibili e attenti, chiedono un analogo impegno alle aziende, premiando i prodotti e i servizi che provengono da imprese sostenibili. Un numero sempre crescente di imprese ha oramai realizzato che la sostenibilità non è una moda e che non è qualcosa che può procedere su un binario separato rispetto alle attività produttive.

Progetti e Soluzioni ha deciso di dare il suo contributo alla lotta ai cambiamenti climatici, calcolando le emissioni dei propri uffici e iniziando un percorso di sostenibilità con il calcolo, la riduzione ed infine la compensazione delle emissioni residue, mettendo l’ambiente al centro della propria CSR ( Corporate Social Responsability ).

A questo proposito abbiamo intervistato Davide Raffaetà, fondatore di Agatheia, azienda con la quale stiamo collaborando per attuare il percorso di sostenibilità finalizzato alla compensazione delle emissioni.

Dott. Raffaetà qual è la missione di Agatheia e come si attua con NoiCompensiaAmo?

Agatheia si propone come partner ad aziende ed enti pubblici interessati a sviluppare progetti di sostenibilità e contribuire al contrasto ai cambiamenti climatici. Il progetto NoiCompensiAmo, dedicato alle aziende con una spiccata sensibilità ambientale, nasce dopo la pubblicazione della Norma UNI 11646:2016 sul mercato volontario dei crediti di carbonio che introduce la possibilità della certificazione di questi da parte di un ente terzo.

Cosa proponete ad aziende come la nostra?

Il percorso iniziato da Progetti e Soluzioni mira in una prima fase al calcolo ed alla riduzione delle emissioni dei propri uffici, in un secondo step verranno compensate le emissioni residue tramite l’acquisto di crediti di carbonio certificati e prodotti da pratiche agricole sostenibili.

Avete altri progetti rivolti in particolare ai comuni italiani?

Stiamo sviluppando una gamma di servizi dedicati ai comuni e agli enti pubblici interessati a migliorare le proprie performance ambientali. Siamo in grado di fornire loro un supporto per quanto concerne il GPP (Green Public Procurement)*, come strumento di politica ambientale per favorire lo sviluppo di un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale, contribuendo, in modo determinante, al raggiungimento degli obiettivi delle principali strategie europee. Il nostro approccio si può descrivere come una sorta di partnership strategica con la quale supportiamo Enti pubblici e attori privati per definire e attuare schemi di collaborazione volontaria per rendere possibile interventi di riduzione delle emissioni di CO2.

http://noicompensiamo.it/

* Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare

La prenotazione dei pasti in azienda

Il sistema PPA, Prenotazione dei Pasti in Azienda, eroga agli utenti un servizio efficiente con un elevato livello qualitativo, perchè è pensato per soddisfare le molteplici necessità di gestione delle attuali mense aziendali. 

La procedura di prenotazione dei pasti di PPA è web-based e per questo davvero facile e veloce perchè si utilizzano i dispositivi di uso frequente come smartphone, tablet o pc, dotati di connessione Internet. Gli accessi sono protetti da user e password e l'utente può effettuare anche più prenotazioni per più giorni. L'azienda inoltre può decidere di dotarsi di totem per la prenotazione dei pasti da cui l'utente stampa uno scontrino da consegnare in mensa.

I vantaggi derivati dall'utilizzo di PPA riguardano molti aspetti legati ai consumi, alla riduzione degli sprechi e all'ottimizzazione dell'uso delle derrate, velocizzando inoltre la produzione. Anche i costi di gestione vengono sensibilmente ridotti proprio grazie a una gestione orientata all'ottimizzazione anche dei tempi degli addetti. Non ultimo il sistema gestisce la parte amministrativa, consentendo il controllo in tempo reale delle fatture dell'azienda incaricata di fornire il servizio di ristorazione.

Il software PPA può gestire più calendari e predisporre menù differenziati in base al turno o all'utente e permettere la rotazione dei menù, la gestione dei piatti fissi, dei piatti del "giorno", oppure gestire gli ospiti o anche i pranzi e i buffet per eventi speciali.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Certificazioni

loghi certificazioni2